Cerca
  • Giulia Alpini, Cinzia Manuzzi

L'IMPATTO DEL COVID-19 SUL TURISMO IN ITALIA


Con l'emergenza sanitaria che si sta verificando in tutto il mondo, l’Italia ha adottato misure stringenti nella maggior parte dei settori; parlando quindi del settore turistico, in base al DCPM n.19 del 25 Marzo in cui è specificato che le strutture ricettive extra-alberghiere sono state considerate attività non essenziali, salvo eccezioni, costrette quindi alla chiusura, mentre molte strutture ricettive alberghiere, se pur per legge potevano continuare ad operare, sono state costrette a sospendere anch’esse l’attività, data la mancanza di turismo per evitare il verificarsi di perdite elevate.

Con il blocco dei flussi turistici, quindi, si sono verificati effetti economici negativi, non solo da marzo in poi, in cui sono stati presi provvedimenti più severi per il distanziamento sociale con conseguenze di azzeramento dell’attività turistica, ma già da febbraio, con il diffondersi dell’epidemia in molti paesi, il turismo iniziava già a risentirne.

Parlando di cifre, nel trimestre da marzo a maggio 2020 si stima sarebbero stati realizzati più o meno 81 milioni di presenze (circa il 18,5% del totale annuo) e il 20,3% delle presenze annuali in strutture alberghiere, con guadagni di circa 9,4 miliardi di euro provenienti dai turisti stranieri (il 21,4% della spesa annuale dei turisti stranieri) e il 16% della spesa annuale dei turisti italiani.

Questo anno presenterà un’anomalia nella rilevazione dei dati statistici sul turismo e ci auguriamo che i danni rimangano quanto più circoscritti a questo periodo.

Certo è che occorrerà aspettare la fine dell’estate per poter capire quali sono state le preferenze dei turisti in un periodo così destabilizzante e che cosa possiamo aspettarci per l’immediato futuro.

Dagli inizi di giugno, gradualmente, le attività turistiche hanno aperto i battenti. I dati sui contagi sono sempre più rassicuranti e i turisti sembrano propensi a muoversi per lo meno sul territorio nazionale, considerando la complessità di viaggiare utilizzando voli aerei e traghetti (infatti le tendenze evidenziano che il mezzo maggiormente utilizzato per le vacanze sarà l’automobile); chissà se questa sarà un’occasione per gli italiani di riscoprire il piacere di visitare l’Italia anche per gli anni futuri.


TETI HRE Srl - COMPRAVENDITA ALBERGHIERA - WWW.TETIHRE.IT

FONTE: ISTAT


12 visualizzazioni

Contatti

Sede Legale: Gambettola Via Tavolicci 8 47035 FC

Tel. 0547 403320

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin